CANTIERE ARISTON: Attico di 170 mq con solarium

ALBINO SPECIALE CANTIERE ARISTON: L'Attico "N" nella palazzina ARISTON, posto ai piani terzo e quarto, è una soluzione fuori dall'ordinario. E' costituito da; ingresso, ampio soggiorno con grande vetrata che permette l'accesso al terrazzo. Dal soggiorno si accede inoltre al soppalco ed al solarium; cucina con porta finestra che permette l'accesso al terrazzo; disimpegno, tre camere, due delle quali con porte finestre che accedono al terrazzo, camera matrimoniale dotata di cabina armadio; 3 bagni, di cui 2 al piano appartamento ed uno al piano solarium; Lavanderia. Al piano solarium il soppalco è dotato di piccolo angolo cottura a servizio dell'area esterna; completano la proprietà il terrazzo a livello appartamento di 62 mq ed il solarium al piano soppalco di 66 mq. L'attico "N" è completo di riscaldamento a pavimento, cappotto esterno di 14 cm, serramenti basso emissivi, videocitofono, predisposizioni antifurto, aria condizionata e pannelli fotovoltaici per le parti comuni. Due Box doppi di 70 mq complessivi compresi nel prezzo.

Per maggiori informazioni

+39 035.77.30.50

Codice
4A78
Classe immobile
Signorile
Categoria
Vendite
Ripostiglio
No
Sottocategoria
Immobili Residenziali
Cucina
Abitabile
Tipologia
Attico
Cantina
No
Regione
Lombardia
Box auto
Doppio in larghezza
Città
Albino (BG)
Bagni
3
Zona
Centrale
Piano
ultimo
Prezzo
510.000 €
N° totale piani
4
Stato
In costruzione
Tipo di proprietà
Intera proprietà
Libero
Si
Riscaldamento
Autonomo
Superficie (m2)
170
Mansarda
No
N° locali
5
Taverna
No
N° camere da letto
3
Area esterna
Privata
N° soggiorni/salotti
1
Classe energetica
A+
Anno di costruzione
2020
Arredamento
Non Arredato

Caratteristiche

  • Esposizione Interna
  • Porta blindata
  • Risc. a pavimento
  • Esposizione Esterna
  • Cancello elettrico
  • Pannelli fotovoltaici
  • Condizionatore
  • Video-citofono
  • Ascensore
  • Pompa di calore

Albino

E’ il comune più importante della Valle Seriana ad un’altezza media, dal livello del mare, di 342 m. Il Paese, su cui svetta la sagoma della Cornagera, si trova sulla destra del fiume Serio, ai piedi dell'altipiano di Selvino ed Aviatico.  Dista circa 13.6 chilometri a nord-est da Bergamo.

Il comune si divide nelle seguenti frazioni 

Desenzano al Serio, 

Comenduno, 

Bondo Petello, 

Perola,

Vallalta,

 Fiobbio,

Abbazia,

Dossello,

Casale,

 

Mezzi pubblici di trasporto:

Il paese è attraversato dalla strada provinciale 35. Strada statale 671 della Val Seriana.

Ben servita dai servizi pubblici offerti dalla SAB e dalla nuova tramvia TEB.

Da Albino Alta è in partenza la Funivia Albino-Selvino.

La pista ciclo-pedonale della Val Seriana che costeggia le sponde del fiume Serio.

 

Comuni confinanti  Distanza

Pradalunga                2.3 km

Cene                           3.1 km

Nembro                      3.2 km

Selvino                       4.1 km

Gazzaniga                 4.2 km

BERGAMO            13.06 km

Gorle                      13.04 km

 

Scuole:

Nel Comune sono presenti scuole di diverso grado statali e paritarie:

Scuola statale dell’infanzia Albino Cap.

Scuola Paritaria dell'Infanzia Centro Per La Famiglia San Giovanni Battista

Scuola Paritaria dell'infanzia Ss. Angeli Custodi 

Scuola Paritaria dell'infanzia Giovanni XXIII

Scuola Statale primaria Albino Cap

Istituto comprensivo G. Solari

S. M. S. G. Solari Albino Scuola secondaria di I grado

Oscar Arnulfo Romero Istituto d'istruzione di II grado con i seguenti indirizzi: Liceo delle Scienze Umane, Istituto Professionale per i Servizi Commerciali e Turistici, Istituto Tecnico Commerciale.

A Desenzano al Serio:

Scuola Statale dell'infanzia Albino, Desenzano

Scuola Statale primaria Albino, Desenzano

Scuola Paritaria Primaria e Secondaria di I grado S.Anna

A Bondo Petello 

Scuola Statale primaria Albino, Bondo Petello

A Vallalta

Scuola Statale primaria Albino, Vallalta

Ad Abbazia

Scuola statale secondaria di primo grado

A Fiobbio

Scuola paritaria dell’infanzia Valle del Lujo Beata Pierina Morosini 

 

Negozi:

In via Mazzini, una delle vie storiche e centrali del comune ci sono molte attività commerciali con la presenza di negozi di prestigio. Oltre che la presenza in tutto il territorio comunale di grandi catene di franchising quali Tigotà, Sbaffo, Gallo Grill, l’ipermercato il Gigante….

Nell’oratorio parrocchiale vi è la presenza di una sala cinematografica con un cartellone interessante e la proiezione di film in 3D. Di rilievo è anche la presenza del Bowling e di un nuovissimo e ampio auditorium che può ospitare fino a 300 persone.

 

Cenni storici:

Il nome della località compare per la prima volta in un documento dell'892, ma "la frequentazione fin dalla preistoria del territorio è attestata da resti archeologici significativi"): un insediamento stanziale del Neolitico a Casale di Albino e sepolture dell'età del rame (III millennio a. C.) nella grotta del "Bus de la scabla", lungo la mulattiera per Selvino. Numerose sono le testimonianze di età romana ritrovate nella frazione di Comenduno. Nel Medioevo si espansero le corti agricole, molte appartenenti al vescovo di Bergamo. Dopo l'anno Mille avvenne progressivamente l'emancipazione dei Comuni locali e nel 1136 la fondazione del monastero di San Benedetto nella Valle del Luio. Durante la Repubblica veneta conobbero un grande sviluppo le attività legate alla lavorazione e al commercio dei "panni lana". Si insediarono, accanto alle parrocchie, due importanti monasteri Carmelitani, maschile alla Ripa di Desenzano, femminile alla chiesa di S. Anna in Albino centro. Durante la dominazione austriaca si sviluppò l'industria serica, quindi, nel Regno d'Italia, dal 1875, quella cotoniera, con i rinomati stabilimenti Honegger e Albini, i quali prosperarono anche durante il regime fascista e nel primo dopoguerra. Personaggi albinesi di spicco sono il pittore Giovan Battista Moroni (Albino 1520/24?-1579), l'architetto Andrea Moroni (1500?-1560), la beata Pierina Morosini (1931-1957).

Opere d’arte e Architettura

Le numerose chiese e i palazzi distribuiti nelle nove località del territorio comunale di Albino custodiscono un patrimonio d’arte e di architettura di grande valore, un museo diffuso, dalla ricchezza sorprendente: basti pensare che ad Albino si trova gran parte della produzione sacra del più importante ritrattista bergamasco del Cinquecento, Giovan Battista Moroni (Albino 1520/24 ?- 1579), oltre ad altri importanti capolavori dell’arte lombarda, dal XIV al XX secolo. Per la parrocchiale di S.Giuliano Moroni dipinse il suo capolavoro della maturità, la Crocefissione. Nella parrocchiale sono conservate altre due importanti opere moroniane La Trinità , proveniente dall’omonima chiesa di Fiobbio e lo stendardo della Visitazione, esemplare per il moto familiare di umano affetto con cui è trattato il tema. Nella parrocchiale di S.Barbara a Bondo Petello e nel Santuario della Madonna del Pianto sono conservate altre importanti pale sacre dell’artista. Da segnalare inoltre la presenza di affreschi della locale bottega dei Marinoni, detentrice di una sorta di monopolio artistico sull’intera Val Seriana dalla metà del Quattrocento all’ultimo quarto del Cinquecento. Da visitare la bella chiesa quattrocentesca di S.Bartolomeo, di fondazione agostiniana, affrescata quasi interamente dai Marinoni e la chiesa di S. Pietro a Desenzano con l’omonimo Polittico. La devozione popolare sviluppatasi nei secoli è attestata dalla presenza di due importanti Santuari, di Altino nella frazione Vall’Alta e della Madonna del Miracolo a Desenzano al serio oltre ad un Museo dedicato alla Beata Pierina Morosini a Fiobbio.

Varie:

A impreziosire il comune è la presenza di importanti parchi naturali che il comune di Albino ha valorizzato con il progetto "Strada verde" che si sviluppa nel territorio di Albino in Valle del Luio, collegandosi, attraverso il Monte Altino, al Comune di Cene. Il percorso della “Strada Verde” parte in prossimità della stazione TEB. Il punto di partenza è collegato anche alla pista ciclopedonale del Serio e quindi con la rete ciclabile già esistente in Valle Seriana, che presenta interessanti caratteristiche naturalistiche, oasi di svago e di sosta nella natura.

Condividi


Torna